Corso TEORIE E TECNICHE IN MUSICOTERAPIA (biennio)

Pannello di gestione del corso per l'A.A. 2022/2023

DCPL
DCSL72  
Titoli d'accesso

Diploma accademico di I livello o titolo equivalente; oppure: Diploma dell’ordinamento previgente alla L. 508/99, purché congiunto al possesso del diploma di scuola secondaria di secondo livello.

I candidati in possesso di Laurea, di Laurea Magistrale o Specialistica, di Laurea Magistrale a ciclo unico o di Laurea del vecchio ordinamento potranno partecipare alla selezione, previo superamento delle prove musicali previste per l’accesso al Diploma accademico di II livello del settore musicale AFAM.

Tutti i candidati dovranno aver altresì conseguito 48 CFU/CFA, a seguito di frequenza di Corso Propedeutico appositamente organizzato nei mesi di settembre, ottobre, novembre 2022.

Coloro che abbiano frequentato altri percorsi in ambito musicoterapico potranno chiedere l’eventuale riconoscimento dei crediti.

Al termine del corso propedeutico i candidati sosterranno l’esame di ammissione con prove teorico-pratiche, sia in ambito musicale, che psicologico, pedagogico e musicoterapico, seguite da un colloquio.

Per gli studenti stranieri (comunitari e non comunitari) è richiesta la conoscenza della lingua italiana che verrà accertata tramite apposito test
 
Durata
2 anni  
Ore obbligatorie
577 ore  
Modalità esame di ammissione

PROVA UNICA

Per il Programma di esame di ammissione consultare la pagina
 
Debiti attribuibili

Per i soli studenti immatricolati al primo anno di un corso di Diploma accademico (triennio o biennio) è previsto il test di accertamento delle competenze di base per alcune specifiche discipline. Il test si svolge successivamente all'immatricolazione, in genere nel mese di ottobre.
Per maggiori informazioni consultare la pagina Accertamento competenze di base
 
Obiettivi formativi

Il corso ha come obiettivo quello di formare musicisti qualificati in “Teorie e tecniche in Musicoterapia” in grado di effettuare un uso professionale della musica e dei suoi elementi come forma d’intervento in ambito medico, educativo e della vita quotidiana con individui, gruppi, famiglie e comunità. Il piano formativo integra la formazione musicale indirizzata agli scopi musicoterapici (improvvisazione, utilizzo degli strumenti, competenze multimediali) unitamente alla formazione di natura teorica e metodologica più specificatamente musicoterapica (fondamenti, metodi e tecniche, progettazione, valutazione) con una formazione in area psicologica, medica e pedagogica, per l’inserimento del diplomato in percorsi di riabilitazione e di cura. Il percorso formativo è finalizzato all’acquisizione di capacità di osservazione e descrizione degli interventi attraverso l’apporto e il dialogo fra differenti punti di vista (tra i quali quello musicale, pedagogico, psicologico, medico, musicoterapico) e differenti pratiche musicali e musicoterapiche (tra cui quelle vocali, di movimento, con gli strumenti musicali, con l’ascolto). Inoltre, intende sviluppare capacità e tecniche di progettazione per l’utilizzo consapevole e mirato del suono e della musica nei vari settori: educativo-preventivo, di integrazione/sviluppo personale e sociale, riabilitativo e terapeutico. Al fine di avvicinare gli/le studenti/esse ai diversi contesti occupazionali, è previsto un tirocinio pratico di 250 ore svolto presso centri convenzionati, guidato e supervisionato da un Tutor. Al termine del percorso di studio, i diplomati in “Teorie e Tecniche in Musicoterapia” avranno acquisito: • conoscenze nelle aree pedagogiche, medico-psicologiche, antropologiche, metodologiche e tecniche musicali e musicoterapiche; • competenze interdisciplinari, mediante esperienze, attività formative e di ricerca che prevedano diversificate forme d’interazione tra i saperi che caratterizzano i campi disciplinari orientati alle pratiche musicoterapiche
 
Sbocchi occupazionali

Nell’ambito della relazione d’aiuto per la realizzazione di percorsi finalizzati all’integrazione/sviluppo personale e sociale, alla riabilitazione e alla terapia presso ospedali, hospices, centri diurni, case di riposo per anziani, strutture assistenziali residenziali per disabili, carceri, comunità di integrazione e recupero, cooperazione sociale. Nell’ambito scolastico per la realizzazione di percorsi finalizzati alla prevenzione, inclusione e cura del disagio giovanile presso scuole di ogni ordine e grado.
 
Tipologia e modalità prova finale

La prova finale consiste nella preparazione di un elaborato scritto sviluppato su un tema a scelta del candidato e relativo agli ambiti disciplinari seguito nel proprio percorso di studio. E’ possibile anche integrare la prova con una esecuzione musicale.
 
Crediti prova finale
10  
Scala della media ponderata
110  
Creazione
22/03/2022  
Ultimo aggiornamento
19/05/2022